inediti

Marilina Ciaco | Inediti

 

richard_prince_lead_instagram

Cover 2

Narcisismo overt
è quando a un tavolo sei il peggiore
e non te ne sei accorto
covert quando quasi
ti si scambia per cordiale,
tu sei quello sotto il telo,
hai iniziato a contare alla rovescia
quante ore mancano al decesso:
dovrebbe verificarsi all’una e cinquantaquattro minuti
di una domenica mattina
ma la serie si interrompe nel mezzo
dove non c’è vuoto e senti ancora
residui liminali di cervello:
c’è sempre domani
per sgretolarsi ancora.
Non sei il tipo da ouverture sensazionali
ma sfoggi gamme ultraviolette di cover
a basso tasso di ossidazione
ultraleggere cover a imbuto
che resistono al rossostagnola coca-cola
al rovescio di caviglia che hai innescato
se in questo labirinto ci si scontra
un po’ per sbaglio, è la primavera
quando cadono cieli dai cavi
(quelli che regolano il movimento
delle braccia, a cadenza imperfetta)
e le pupille zampettano si ragni-
ficano in spigolami remoti di casa,
ma cheffrettacera a finire così
ritrovar-si a fine giornata
fuori dagli schermi, saziarsi.
Un ultimo selfie per favore
per polarizzare le cariche nel verso
giusto:
il magnetismo è una cosa istantanea:
il tipo covert è una miscellanea di paure
senza sera, paure di una sera e paure-nevi,
è la primavera
quando ti sei seduta su un prato laccato
wesandersoniano – eravate in tanti
eri una dei tanti
e hai toccato tardi, di schiena, gli ingranaggi.

 

Le prestazioni migliorano di giorno in giorno
fra spasmi cervicali, brividi di freddo a
venticinque gradi e un morso purulento
di zanzara – un freno lento
per dirmi ancora che sono brava:
quanta vis quanta vita protetta
dal caldo umidore-appiccicore di una serra
sotto il telo escrementato di rugiada
a scrutare belle pornografie di cielo
quante ore sprecate a contare.

 

*

 

Cover 3

Mirifletto negli specchi sporchi
fra gli scheletri calcificati dei rubinetti
che (è luglio) lumificano
ossidazioni di
azioni e ossa, spighe a iosa a ridosso
della tangenziale – le ho guardate
ieri ma ero stanca il caldo mi stanca
(tecnica mista: i girasoli di Rubiera e Anzola
penetrano
di striscio
il cicaleccio del mondo)                           *si
biforcano [ma]
*                       *ho cercato più
fuori        *del finestrino
un simbolo d’insubordinazione
ho trovato code di grillo grattate via dal sole
perché sono una ragazzasemplice speciale:
mi piace essere user-friendly fra le righe:
segno a fuoco le giunture degli steli e le
congiunzioni astrali
rivesto le mode del mio umore           *mi lamento               *mi piacciono i selfie gli specchi *                                                                                                                                               *[le cover
mi programmo in order to be in salvo
seguo tutte le tendenze del momento.                                     *MIO BRAMATISSIMO altrove

 

*

 

Astronauta

Alba neutra tra vizi solstizi
in solitaria mi vedo
trasalire quando
tutto è spento e urgente,
accorgersi del moto vuotamente
registrare le impossibilità del nuoto
o la pressione atmosferica sulla nuca – essere così
parte della pozzanghera
in cui con dannazione eterna
segnata da etilometri metronomi
ma mai un nome proprio,
proprio un accanimento
quando resti abbarbicato
fra gli abbracci e lo specchio,
ho perduto qualcosa.

(I bambini problematici da grandi
voglion tutti fare gli astronauti
ma se la luna è alta
la cameretta stretta nel suo rosa salmone
sbiadito in salmodia in lamento
in deferenza o testasottocuscino,
e questo è l’ancoraggio che ti è concesso
minuscolo firmamento neuronale
che non sei altro:
i bambini problematici da grandi
i filamenti astrali se li infilano in gola
formato Lego o capelli di Barbie e Ken
soffoKamento preKoce
altro mentire altri anni luce)

Come per gli insetti domestici
gli stermini ridicoli
da pantofola o folata di mix chimici
gialli di sole/residui lipidici/biochetasi
non puoi dirle persecuzioni
uno sfratto piuttosto
che ci ha preso un po’ la mano,
capita talvolta
fra distrazioni e spiragli di tapparelle
aver sbagliato posto.

*

Immagine: Richard Prince, da New Portraits (2014)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...