inediti

Carlo Bordini, Questa è una poesia dedicata a mio nonno

Paul De Flers, Nebbia, acrilico su carta 2014
Paul De Flers, Nebbia, acrilico su carta 2014

di Carlo Bordini

*

QUESTA È UNA POESIA DEDICATA A MIO NONNO

*

Lui aveva la stessa testa come la mia. Piena di cose. E anche di cose
troppo numerose, che cozzano tra loro, e che a volte
non riescono a
trovare l’armonia.
*

a trovare l’ordine. a trovare l’ordine l’armonia. Aveva la stessa testa
che ho io.
*

E anche questo senso etico, un po’ austero, [da]
friulano.
*

Mio nonno è nel Dizionario Biografico degli Italiani.
A mio nonno è stata dedicata una via a Roma.
*

Mio nonno.
*

Mio nonno conobbe sua moglie a Berlino.
*

Probabilmente mio nonno era incapace di
tradire. Incapace di non mantenere
la parola,; e vergognoso
di cambiare.
Idea.
*

Mio nonno non era mezzo
schizoide. Non ha avuto bisogno
di essere
recuperato da uno psicanalista.
I suoi erano errori semplici,
Andare in guerra, morire per la patria
*

Mio nonno
non era pazzo
e non era neanche
un pazzo mancato.
*

Un mio amico (un mio amico brigatista)
mi ha consigliato di scrivere questa poesia.
*

Il mio amico si definisce
un burattino della rivoluzione.
*

Mio nonno amò mia nonna,
non era un amore
tanto bello
era un po’ ridicolo
mia nonna non poté mai scordarsi
di lui
e costruì la sua vita
sull’immagine
di quest’uomo
*

Un amore austero.
*

Era una coerenza un po’ ridicola
[[ma]]

era una coerenza che rispondeva alla coerenza
mio nonno non era pazzo

mia nonna non era pazza
soltanto un po’
ridicola
*

Sono affezionato al mio amico brigatista
perché avrei potuto essere come lui.
*

Mio nonno mi affascina perché tra i miei antenati
è l’unico a cui somiglio.

non era uno stupido, anche se era austero.

si vedeva che era problematico

si poneva molti interrogativi.

e in fondo il suo senso del dovere
non era una colpa
*

Un amore austero
[perché   ]

*
*

anch’io conobbi a berlino
la donna della mia vita
o quella che avrebbe potuto essere
o quella che lo sarebbe stata
in un’esistenza parallela
*

avevo diciannove anni ero
/molto/disturbato
odiavo l’amore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...