editi

Lital Khaikin | da “alethe”

Roberto Kusterle, Le spose del mare (2016)Pubblichiamo tre poesie di Lital Khaikin dalla raccolta alethe (Kipple officina libraria 2018), tradotta da Valerio Cianci.

*

Tre Variazioni
[Prima edizione in .PLINTH. (IV volume; 2014)]

1

Ogni cosa ha il proprio centro, e così l’infinito, o qualcosa di affine,
è ordito in ogni parte, in una sequenza

Così al colpevole di queste ripetizioni dovrò chiedere un’impossibile risposta,
quante tue versioni sono impresse in una minuscola quantità di materia?

Non so se lacerare il suolo o insegnare al mio corpo il volo, così da non lasciare
un’impressione eccessiva e sgraziata, con una direzione deviata,
che troppo spesso muta e gravosa affossa la leggerezza d’ogni nuovo
“qua, esisto”. Continua a leggere “Lital Khaikin | da “alethe””