saggi

Il respiro di ‘Fureur et mystère’

Claudio-Parmiggiani-Senza-titolo-2009
di Letizia Imola

*

XIII

Fureur et mystère tour à tour le séduisirent et le consumèrent. Puis vint l’année qui acheva son agonie de saxifrage.

 

 

Furore e mistero a turno la seducevano e la consumavano. Poi venne l’anno in cui finì la sua agonia di sassifraga.

(Partage Formel, frammento XIII, in Seuls Demeurent[1])

Il titolo binario può funzionare come una definizione della poesia e della sua tensione interna. Nomina le due forze che presiedono alla sua esistenza: Furore e mistero. Continue reading “Il respiro di ‘Fureur et mystère’”

inediti

14 appunti per la Resistenza, Versioni da René Char

Eva Hesse, Accession II

*

Pubblichiamo un ciclo di traduzioni di Jacopo Rasmi da Fureur et mystère di René Char.

*
*

1.

Autant que se peut, enseigne à devenir efficace, pour le but à atteindre mais pas au delà. Au delà est fumée. Ou il y a fumée il y a changement.
*
*
Per quanto possibile, insegna a diventare efficace, per lo scopo da raggiungere ma non oltre. Oltre è fumo. Dov’è fumo, è cambiamento.

*
*

2.

Ne t’attarde pas à l’ornière des résultats.
*
*
Non attardarti sulla scia dei risultati.

*
*

5.

Nous n’appartenons à personne sinon au point d’or de cette lampe inconnu de nous, inaccessible à nous qui tient éveillés le courage et le silence.
*
*
Non apparteniamo a nessuno, se non al punto d’oro di questo lume ignoto a noi, inaccessibile a noi, che tiene vigili il coraggio e il silenzio.

Continue reading “14 appunti per la Resistenza, Versioni da René Char”

editi

René Char / Vittorio Sereni

[Durante tutto il mese di agosto pubblicheremo testi di autori che non possono non essere presenti in questo spazio. Le uscite regolari riprenderanno a settembre. Nel frattempo è disponibile e scaricabile qui l’ebook riassuntivo del primo trimestre, con alcune aggiunte.]

Rene-Char-1947-IsleSurLaSorguevittorio sereni

Da “Fogli d’Ipnos”, Einaudi 1968. Traduzione di Vittorio Sereni.

*

1
Per quanto possibile, insegna a diventare efficace, per il fine da raggiungere ma non oltre questo. Oltre questo è fumo. Dove è fumo è mutamento.

84
Far marcia indietro nella propria intimità con un essere è mettere al vivo l’anima propria, e assumere al tempo stesso la sua perfezione. Legato stretto, involontario, provo questa fatalità e chiedo perdono a quell’essere.

187
L’azione che ha un senso per i vivi ha valore solo per i morti e compimento solo nelle coscienze che ne sono eredi e l’interrogano.

200
Quando sei ubriaco di dolore, non hai più del dolore che il cristallo.

209
La mia inettitudine a sistemare la mia vita deriva dal mio essere fedele non a una ma a tutte le creature con cui mi scopro in seria parentela. Tale costanza persiste nel cuore dei contrasti e delle controversie. Lo humor vuole che nel corso d’una di codeste interruzioni di sentimento e di senso letterale, io immagini quegli esseri uniti nell’esercizio della mia soppressione.

Continue reading “René Char / Vittorio Sereni”