saggi

Cosa abbiamo da dire. Poeti italiani a 40 anni | Gherardo Bortolotti

Alex S. MacLean, Parking Lot Markings Overlap Basketball Courts, Waltham, Massachusetts

[Mercoledì 5 Aprile 2017, nell’ambito delle attività del Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature antiche e moderne dell’Università di Siena, si è tenuto un incontro di carattere seminariale sul lavoro poetico della generazione di autori nati negli anni ’70. A moderare l’incontro è stato Stefano Dal Bianco. Sono intervenuti Azzurra D’Agostino, Lorenzo Carlucci, Stelvio Di Spigno e Gherardo Bortolotti. Nelle prossime settimane formavera proporrà i loro interventi (qui quello di Lorenzo Carlucci, qui quello di Azzurra D’Agostino), seguiti nei giorni successivi da una scelta di versi e prose. L’intervento che pubblichiamo oggi è quello di Gherardo Bortolotti].

*

Scrivo in prosa perché parto da intenzioni narrative. Nonostante ciò, lavoro con i poeti e non con i narratori, mi riconosco cioè in una certa area di ricerca poetica, soprattutto quella del secondo Novecento, della quale mi interessano le prerogative di decostruzione del soggetto lirico e di lavoro sull’ordine del mondo. Per questo motivo mi ritrovo spesso nello spazio della poesia e non in quello della prosa. Continua a leggere “Cosa abbiamo da dire. Poeti italiani a 40 anni | Gherardo Bortolotti”