marco malvestio

«Di sicuro ci divertiremo»: su “Esercizi di vita pratica” di Gilda Policastro

32    Christian Boltanski    Les Habits de François C    1972

di Marco Malvestio

|

Esercizi di vita pratica è una nuova dimostrazione del talento di scrittrice di Gilda Policastro. Con questo libro, che continua e sviluppa temi e stile del precedente, notevole, Inattuali (Transeuropa, 2016), la Policastro inaugura una nuova collana, dedicata ai prosimetri, della casa editrice Prufrock Spa. (altro…)

Marco Malvestio, Traduzioni da Anne Michaels

anne_michaels_1456

premessa e traduzioni di Marco Malvestio

*

Ho amato Anne Michaels appena ho aperto Fugitive Pieces, il suo primo romanzo, e ho immediatamente desiderato leggere le sue poesie; e come le ho lette, ho desiderato tradurle. Credo si traduca per amore, appunto: (altro…)

Il nuovo ebook di formavera

È online formavera 8, l’ebook che raccoglie i materiali usciti tra settembre 2015 e luglio 2016, sfogliabile su ISSUU o scaricabile in formato PDF. Grafica e impaginazione dell’ebook sono state curate da Francesca Uguzzoni, che ringraziamo.

immagine4

Per scaricare l’ebook in PDF: formavera 8 – Massimalismo, grande opera, autore onnisciente

 

A km0. Incontri di poesia

13389096_10209525345639370_1692060450_o

Marco Malvestio, Inediti

Jeff Wall - Summer Afternoons

Ovidio parla ai Geti
*
*
«Anche qui fa così caldo da star male, quando vuole.
Nell’ombra sottile dei dopopranzi di luglio, ancora nascoste,
le nostre contraddizioni rimanevano ancorate a tavola,
quando le ragazze erano qualcosa di più che una schiena
o un profilo, alla peggio, da catturare prima che svolti
l’angolo, bensì necessità svergognata, scandalosa abbondanza,
per l’insistenza della gioventù.
Non so se fui mai altro che giochi di parole, bugie per amor di pace,
navi naufragate al varo, terrore di perdere i capelli,
immerso come tutti, inconsapevole, nella Storia, e anche allora
solo come adesso, cieco come domani, stanco ma senza dirlo,
illuminato dai mediocri incendi lasciatimi alle spalle.

Ma noi nemmeno parliamo la stessa lingua».
*

(altro…)

Torquato Accetto, Sonetti

CMpDTQqXAAA_I1m

a cura di Marco Malvestio

*

In destarsi al romor del mare

Amico sonno e placida quiete,
davan tregua a l’usata mia fatica;
e i danni, che mi fa bella nimica,
erano tutti omai sepolti in Lete.

Ma nel vicino mar, da le secrete
parti già suona il Dio che l’acque intrica,
e par che l’onda al mio riposo dica:
fuggi da quelle membra afflitte e quete.

Così mi desto, e ‘l tralasciato affanno
mi trovo intorno, e nuove pene amare
che la strada del cor troppo ben sanno.

E forse del mio pianto ivi son care
l’acque, e se i fiumi volentier lo danno,
vuol pur dagli occhi miei tributo il mare. (altro…)

Ciro di Pers, Sonetti

cagnacci-vita-umana

a cura di Marco Malvestio

*

Mentre vuoi riparar del tempo il danno,
il tempo, o Lidia, inutilmente spendi;
quell’ore stesse ch’a lisciarti attendi
per giovane parer, vecchia ti fanno.

I mentiti color forza non hanno
di destar, di nutrir d’amor gl’incendi;
cedi, cedi pur vinta e l’arme rendi,
ché invan contrasti al volator tiranno.

Così cadendo va bellezza umana,
e per riparo ogni sostegno è frale
e per ristoro ogni fatica è vana.

Ah, che l’impiastro tuo punto non vale
per le piaghe del tempo, e sol risana
le piaghe in me de l’amoroso strale.

* (altro…)