saggi

Quella somiglianza inconciliabile al canto. Note per una lettura parodica della “Scolta” di Annovi

Frank Stella, Seward Park (1958)

di Jacopo Rasmi

*

Come possiamo accogliere La scolta? Come può essere una esperienza decisiva questo libretto, questa “scolticina” – così (mi) scrive – che nella sua trasparenza quasi naïve, si ispessisce e si aggroviglia alla ri-lettura, diviene mole? Nell’operazione poetica di Gian Maria Annovi si sfiora l’intollerabile, forse, si gioca con l’illecito, forse. Queste sue maschere (stereotipe), questa messa-in-scena, questo fare voci d’altri… Molti fantasmi d’opportunità d’etica e di gusto attraversano i pensieri del deontologo letterario. E quasi il giudizio già sfugge, tra i denti, e inchioda alla colpa (e ancora si esita tra frivolezza o pretenziosità). Continua a leggere “Quella somiglianza inconciliabile al canto. Note per una lettura parodica della “Scolta” di Annovi”