inediti

Carlo Bordini | Inedito

Table with Accumulator 1958-85 by Joseph Beuys 1921-1986Questo brano inedito di Carlo Bordini chiude una versione rivista e accresciuta del romanzo Memorie di un rivoluzionario timido (precedentemente pubblicato da Luca Sossella editore nel 2016). La nuova edizione è in corso di stampa presso Luca Sossella editore, all’interno di un volume che raccoglie quasi tutta la produzione in prosa di Bordini (Memorie di un rivoluzionario timidoGustavoManuale di autodistruzione e una selezione di scritti brevi e inediti) e il cui titolo è Difesa berlinese.

*

*

Pagina scartata e poi reinserita in Memorie di un rivoluzionario timido

*

In fondo, vivere nel sogno implicava certi atteggiamenti, certi modi, o, meglio, certi meccanismi di base che erano al fondo di tutto, anche al di qua del sogno. Se io ero vissuto sognando tutto il periodo della politica – e se io avevo inseguito un sogno per le strade d’Europa anche prima – era in definitiva per questa paura della vita (della vita organica, della realtà) che io mi portavo dietro e che in questo periodo – il periodo apparentemente di apertura alla vita, o meglio il tentativo reale, disperato, fortissimo – di apertura alla vita – agiva anch’esso, nello stesso modo. Continue reading “Carlo Bordini | Inedito”

Senza categoria

Il nuovo ebook di formavera

È online formavera 8, l’ebook che raccoglie i materiali usciti tra settembre 2015 e luglio 2016, sfogliabile su ISSUU o scaricabile in formato PDF. Grafica e impaginazione dell’ebook sono state curate da Francesca Uguzzoni, che ringraziamo.

immagine4

Per scaricare l’ebook in PDF: formavera 8 – Massimalismo, grande opera, autore onnisciente

 

inediti

Myra Jara, Inediti

Foto Myra

[Traduzione di Carlo Bordini]

*

 

Carlo mi porterà un giorno a una festa in una galassia
sarà una festa su una nube con vecchi dei

io starò su un letto con la radio accesa
con in mano una sigaretta e una caramella
nella mia mente la vecchiaia si mischierà con tutto
ed egli entrerà nel mio letto con un bicchiere di vino

lo guarderò negli occhi quando mi inviterà alla festa
gli dirò di sì,
non esiste l’angoscia
esiste ora un sogno di alberi azzurri
un cane bianco che cammina nella mia anima
dormendo
sognando

lo guarderò e gli chiederò che mi inviti di nuovo
che me lo dica in italiano
col suo accento spirituale

nella nube non avrà né età né sesso
sarà un cielo sposato con una bambina Continue reading “Myra Jara, Inediti”